mercoledì 23 aprile 2014

Listening…what?

image listening TV monicauriemma
Migliorare il listening stando chiusa in casa a disegnare. Gli unici con cui parlo: postino (indiano), vicina (cipriota), negoziante (turco), proprietaria del take-away (cinese). Mmm… la vedo dura…
Da domani ricomincio a correre al parco. Magari cado (come è probabile) e sarò costretta a chiedere aiuto, oppure mi perdo (altrettanto probabile) e domanderò informazioni. Magari becco un inglese, si sa mai…
Per ora nei ritagli di tempo mi piazzo davanti alla TV.
E ascolto. 
Film, TG, notizie economiche o sportive di cui non m’interesserebbe niente. Tribune politiche (!). 
Una volta sono rimasta un’ora davanti ad un comizio di Ed Miliband; ero commossa ed esaltata, lo avrei votato, ma solo perché riuscivo a capirlo! Documentari di tutti i tipi (c’è la BBC4 che ne fa di spettacolari). Pubblicità. Qualunque cosa. Mi aiuto coi sottotitoli in inglese così se perdo qualche parola la recupero in forma scritta.
Quando guardi un programma in inglese non hai bisogno dei sottotitoli? Allora smetti di leggere il post e sappi che già ti odio perché sei molto più avanti di me.

Invece tu che come me ti senti ancora un pesce nella boccia, vuoi sapere a che punto è il tuo listening?
Prova a fare un esperimento: piazza una webcam, un telefonino, qualcosa che riprenda la tua faccia mentre guardi la TV.
Secondo me l’ideale è una sitcom: a meno che tu non soffra di paresi facciale, i tuoi muscoli riveleranno subito quello che hai capito e quello che ti sei perso.  Scegline una che trovi piuttosto divertente. Nelle sitcom in genere le battute hanno un intervallo medio tra i 10 e i 20 secondi. Perciò se capisci tutto, nello stesso intervallo ci sarà un tuo “AHAHAH!” Simultaneo alle risate in video.

Nelle mie riprese potresti vedere in sequenza: “AHAHAH!” –“ AHAHAH!” - faccia interrogativa, poi “AHAHAH!” (sfasato, l’ho capita in ritardo) – “...mmm…” (non l’ho capita) – “AHAHAH!” – “cheee???!”- “AHAHAH!”- “mannaggia!!!” (ho perso tutto il blocco di battute) - “AHAHAH!”- “AHAHAH!” e via così.

Praticamente il video di una matta. 

Lo so, lo spettacolo è pietoso, ma all’inizio era tutto un “…mmm…”, ho fatto dei progressi, no? NO? NOOO???!