giovedì 26 giugno 2014

L’Estate londinese e un curioso animaletto.

Da leggere possibilmente ascoltando la sigla di Super Quark


La Monica Mediterranea è un curioso animaletto diurno a sangue caldo, che però non si adatta alle alte temperature tipiche della sua terra, il calore le provoca abbondanti sudate e cali di pressione. 
La sua pelle chiara è costantemente a rischio ustioni, per questo nella bella stagione è rarissimo incontrarla  in spiaggia nelle ore calde. Se questo accade, puoi notare la Monica Mediterranea correre ovunque ci sia un pezzetto d’ombra o un riparo dal sole. 
Pur essendo attratta dal mare è incapace di nuotare, per cui si limita a rinfrescare le sue zampette sulla riva.

Ama però la luce più di ogni altra cosa, il buio è il suo nemico naturale, di sera corre a rifugiarsi nella sua tana, altrimenti cade in letargo ovunque si trovi, anche alle feste.

Di recente un esemplare della Monica Mediterranea è migrato in Gran Bretagna, paese nordico dal clima atlantico, che nel periodo primavera-estate offre un’abbondanza di luce straordinaria. 
A Giugno il sole sorge circa alle 4,30 e tramonta verso le 22, con una temperatura media che oscilla tra i 17 e i 25°. 
Gli effetti benefici sono stati presto notati dai ricercatori. L’esemplare si mostra costantemente di buon umore, sembra che riesca a far scorta di energia per il lungo, buio inverno. 
Puoi incontrare la Monica Mediterranea in giro alle 6 del mattino, senza motivo apparente, semplicemente sveglia e pronta per una nuova giornata che si concluderà al tramonto. 
Essa è a suo agio in un clima da molti considerato ostile. Le precipitazioni regolari e abbondanti infatti mettono a dura prova tutti gli esemplari della fauna locale, eppure il nostro animaletto resiste pur di godersi un’estate luminosa, fresca e senza zanzare. 
Non è raro in questo periodo avvistarla nei parchi pubblici con le cuffie nelle orecchie e sentirle emettere strani versi che lei definisce “cantare”

I ricercatori concludono che, con un paio di brevi migrazioni verso i paesi caldi durante il periodo invernale, essa potrebbe aver trovato il suo habitat ideale.